Corso Technical Trimix50

Cover TT50L’aspetto principale di questo corso è che si tratta del livello di entrata nella Trimix Diving, per cui è un corso di importanza fondamentale.

Con il dovuto rispetto verso i corsi di altra estrazione didattica non può essere taciuta la differenza sostanziale con la quale il TT50 si differenzia da altri programmi di formazione trimix.

La differenza è che il Corso TT50 ha una struttura basata sull’aspetto pratico che è quello di cui il sub ha bisogno nelle immersioni; le “immersioni” in aula sono un’altra cosa.

Appare quindi evidente che è in questo Corso dove si forma il futuro technical diver. E’ in questo Corso dove si concretizza la base, si gettano le fondamenta sulle quali poi poserà la struttura del Technical Diver. Questo singolare approccio all’insegnamento e all’apprendimento del primo step nella technical diving è privo di retorica e denso di senso pratico suffragato dall’esperienza, avallato dall’affidabilità tecnica, confermato dall’impressionante abbattimento di problemi e/o incidenti.

Questo Corso è il vero ingresso nella Technical Diving . Una sola bombola decompressiva con Nitrox50 e miscela di fondo trimix normossica 21/35. Così si inizia a capire e a fare technical diving dopo di che lo studente ha tutte le basi per decidere se proseguire il cammino nelle immersioni trimix più profonde e più impegnative.

Un Corso nel quale si insegna l’uso del computer subacqueo multimiscela, del software e della Ratio Deco mod. EMDE senza nascondere nulla..

Non si può imparare/insegnare la technical diving con programmi usando l’aria come gas di fondo. Usare l’aria significa non avere compreso niente di fisiologia e non disporre di capacità deduttive, ragionevoli le quali insegnano a non correre rischi stupidi. Per cui nel corso TT50 non c’è spazio per l’aria e nemmeno per nitrox “avanzati” il technical diver moderno usa trimix.

Molti esperti ritengono che il primo livello di ingresso alle immersioni tecniche con miscele trimix dovrebbe essere strutturato in un modo impegnativo.

In EMDE si ha un parere diverso. Il Corso TT50 non deve essere impegnativo,  semplicemente perché tutti i corsi lo sono…. il TT50 deve essere un corso pulito dalle inutilità, un corso utile, moderno senza percorsi a ostacoli dalle dubbie efficacie.

In questo Corso nasce e si forma il Technical Diver addestrato finalmente a fare immersioni oltre la barriera ricreativa dei (narcotici) 40 metri con la libertà di potere allungare il tempo di permanenza. Il limite dei 50 metri è il limite oculato di una Didattica che ben conosce le difficoltà, delle tecniche, degli equipaggiamenti e dei problemi legati alla profondità.

È in questo corso che si assorbono o evitano le “cattive abitudini” così difficili poi da rimuovere. In questo Corso non si apprende soltanto come gestire una decompressione multi-miscela, ma anche e sopratutto ad eseguirla nel modo migliore, quello più rapido, più facile, efficace e meno rischioso, sì, meno rischioso perché i rischi in immersione ci sono sempre e in decompressione un pò di più; chi afferma l’opposto o ignora la realtà o è altro.

Questo corso è la chiave di accesso a un “territorio” fantastico nel quale però occorre sapersi muovere.

 

Lo svolgimento del Corso Technical Trimix50 EMDE si articola su due sezioni.

1a Sezione: Quattro sessioni di Teoria. 

2a Sezione: Quattro sessioni in Acque Libere

Prima di accedere alle Sessioni in Acque Libere, lo studente deve avere completata la parte teorica denominata “Esercitazioni in Aula” presente al termine di ogni Modulo del manuale Technical Trimix50.

Le Sessioni di Teoria

Le lezioni di teoria si svolgono con l’ausilio di supporti didattici (slides e filmati) comprendenti la visualizzazione delle esercitazioni in acque libere. Durante lo studio del manuale lo studente incontra dei “box” all’interno dei quali vi è l’icona a fianco raffigurante il magister. I box contengono alcune domande di ripasso (con la soluzione di controllo) utili al fine di comprendere se l’apprendimento procede regolarmente.

 

Al termine di ogni lezione di teoria vi è un ripasso delle conoscenze denominato Esercitazioni in Aula, rappresentato da alcune domande sui punti principali della lezione svolta. Il ripasso delle conoscenze di cui sopra si svolge con la stessa metodica con la quale saranno condotti gli Esami di Teoria.  In alcune fasi dell’addestramento teorico in aula, lo studente eseguirà familiarizzazioni di carattere pratico con l’attrezzatura tecnica.

 

Esami di Teoria

Gli esami di teoria del corso si svolgono con il metodo scritto “a plurisposta”.

Allo studente è consegnato un questionario con le domande di esame; per ogni singola domanda sono riportate varie risposte delle quali soltanto una è esatta; lo studente deve contrassegnare la risposta esatta.

La massima percentuale di errori consentita per considerare l’esame superato è il 10% delle domande totali. Le domande eventualmente errate sono successivamente discusse con l’Istruttore EMDE in modo che lo studente possa comprendere perfettamente l’errore/i commesso/i e la soluzione corretta.

Sessioni in Acque Libere

Per accedere alle immersioni di addestramento, lo studente deve avere presentato il proprio certificato medico sportivo attestante l’idoneità alle attività subacquee.

Le Sessioni in acque libere si articolano sulle seguenti quattro immersioni.

La registrazione sul libretto delle immersioni con la convalida dell’Istruttore EMDE certifica il termine dell’addestramento. E’ obbligatorio per lo studente presentare alla firma dell’istruttore il proprio libretto d’immersione dopo ogni immersione. Il completamento positivo del corso technical trimix50 scuba diver, si conclude con l’ottenimento del relativo brevetto Technical Trimix50 EMDE.

Sulla certificazione sono riportati il tuo nome e cognome, il nome, il cognome e il numero EMDE dell’istruttore che ha rilasciato il brevetto, la data di certificazione, la data di scadenza, il numero di matricola del brevetto e i limiti operativi sanciti dagli Standard Emde.

Il conseguimento del brevetto Technical Trimix50 EMDE non può essere equiparato all’ottenimento di un altro qualsiasi brevetto.

Il brevetto TT50 EMDE è di più, è essenzialmente una certificazione di massima qualità basata sulla effettiva meritocrazia dello studente e sulla contemporaneità dei contenuti tecnici, è una certificazione distintiva, solo successivamente è un brevetto subacqueo.

Conseguire il brevetto Technical Trimix50 EMDE significa avere ricevuto una formazione di eccellente caratura nella technical diving perché deve essere ben chiaro che è in questo Corso che nasce e si forma il technical diver, per cui l’inizio deve essere realmente formativo e non soltanto come quantità di informazioni ed applicazioni pratiche ma anche e sopratutto come plasmatura psicologica. Il Corso TT50 è mirato a ciò che servirà sapere e servirà fare, non c’è spazio o tempo per ciò che dal punto di vista pragmatico l’utilità è nulla oppure noiosa.

La profondità non abissale di 50 metri* non deve ingannare perché immergersi molto più profondi è facile, non lo è risalire correttamente anche perché, come insegnano technical divers davvero esperti, quel che conta davvero, è il tempo di permanenza.

* Pensare alla profondità come parametro principale di “valutazione” di un’immersione tecnica senza considerare il tempo di permanenza sul fondo è senza dubbio penosamente divertente.

 

 

Corso Essentials Regular

fase di un corso Essentials Regular, pinneggiamento a rana
fase di un corso Essentials Regular, pinneggiamento a rana

Il corso Essentials Regular (recreational diving) è stato arricchito di alcuni perfezionamenti.

Le novità consistono nelle misure del campo sagolato che prevedono adesso almeno 10 metri per lato della famosa “L”. L’inizio del campo deve comprendere una boa segnasub, l’angolo retto ben determinato e inamovibile. Il termine deve avere un’altra boa segnasub o pedagno fino alla superficie. Gli esercizi possono iniziare da qualsiasi lato ma devono terminare sempre con la risalita controllata in superficie a 1 metro/minuto. Le profondità min/max restano invariate: minimo 5 metri massimo 9.