Archivi categoria: Formazione

Corso Technical Trimix50

Cover TT50L’aspetto principale di questo corso è che si tratta del livello di entrata nella Trimix Diving, per cui è un corso di importanza fondamentale.

Con il dovuto rispetto verso i corsi di altra estrazione didattica non può essere taciuta la differenza sostanziale con la quale il TT50 si differenzia da altri programmi di formazione trimix.

La differenza è che il Corso TT50 ha una struttura basata sull’aspetto pratico che è quello di cui il sub ha bisogno nelle immersioni; le “immersioni” in aula sono un’altra cosa.

Appare quindi evidente che è in questo Corso dove si forma il futuro technical diver. E’ in questo Corso dove si concretizza la base, si gettano le fondamenta sulle quali poi poserà la struttura del Technical Diver. Questo singolare approccio all’insegnamento e all’apprendimento del primo step nella technical diving è privo di retorica e denso di senso pratico suffragato dall’esperienza, avallato dall’affidabilità tecnica, confermato dall’impressionante abbattimento di problemi e/o incidenti.

Questo Corso è il vero ingresso nella Technical Diving . Una sola bombola decompressiva con Nitrox50 e miscela di fondo trimix normossica 21/35. Così si inizia a capire e a fare technical diving dopo di che lo studente ha tutte le basi per decidere se proseguire il cammino nelle immersioni trimix più profonde e più impegnative.

Un Corso nel quale si insegna l’uso del computer subacqueo multimiscela, del software e della Ratio Deco mod. EMDE senza nascondere nulla..

Non si può imparare/insegnare la technical diving con programmi usando l’aria come gas di fondo. Usare l’aria significa non avere compreso niente di fisiologia e non disporre di capacità deduttive, ragionevoli le quali insegnano a non correre rischi stupidi. Per cui nel corso TT50 non c’è spazio per l’aria e nemmeno per nitrox “avanzati” il technical diver moderno usa trimix.

Molti esperti ritengono che il primo livello di ingresso alle immersioni tecniche con miscele trimix dovrebbe essere strutturato in un modo impegnativo.

In EMDE si ha un parere diverso. Il Corso TT50 non deve essere impegnativo,  semplicemente perché tutti i corsi lo sono…. il TT50 deve essere un corso pulito dalle inutilità, un corso utile, moderno senza percorsi a ostacoli dalle dubbie efficacie.

In questo Corso nasce e si forma il Technical Diver addestrato finalmente a fare immersioni oltre la barriera ricreativa dei (narcotici) 40 metri con la libertà di potere allungare il tempo di permanenza. Il limite dei 50 metri è il limite oculato di una Didattica che ben conosce le difficoltà, delle tecniche, degli equipaggiamenti e dei problemi legati alla profondità.

È in questo corso che si assorbono o evitano le “cattive abitudini” così difficili poi da rimuovere. In questo Corso non si apprende soltanto come gestire una decompressione multi-miscela, ma anche e sopratutto ad eseguirla nel modo migliore, quello più rapido, più facile, efficace e meno rischioso, sì, meno rischioso perché i rischi in immersione ci sono sempre e in decompressione un pò di più; chi afferma l’opposto o ignora la realtà o è altro.

Questo corso è la chiave di accesso a un “territorio” fantastico nel quale però occorre sapersi muovere.

 

Lo svolgimento del Corso Technical Trimix50 EMDE si articola su due sezioni.

1a Sezione: Quattro sessioni di Teoria. 

2a Sezione: Quattro sessioni in Acque Libere

Prima di accedere alle Sessioni in Acque Libere, lo studente deve avere completata la parte teorica denominata “Esercitazioni in Aula” presente al termine di ogni Modulo del manuale Technical Trimix50.

Le Sessioni di Teoria

Le lezioni di teoria si svolgono con l’ausilio di supporti didattici (slides e filmati) comprendenti la visualizzazione delle esercitazioni in acque libere. Durante lo studio del manuale lo studente incontra dei “box” all’interno dei quali vi è l’icona a fianco raffigurante il magister. I box contengono alcune domande di ripasso (con la soluzione di controllo) utili al fine di comprendere se l’apprendimento procede regolarmente.

 

Al termine di ogni lezione di teoria vi è un ripasso delle conoscenze denominato Esercitazioni in Aula, rappresentato da alcune domande sui punti principali della lezione svolta. Il ripasso delle conoscenze di cui sopra si svolge con la stessa metodica con la quale saranno condotti gli Esami di Teoria.  In alcune fasi dell’addestramento teorico in aula, lo studente eseguirà familiarizzazioni di carattere pratico con l’attrezzatura tecnica.

 

Esami di Teoria

Gli esami di teoria del corso si svolgono con il metodo scritto “a plurisposta”.

Allo studente è consegnato un questionario con le domande di esame; per ogni singola domanda sono riportate varie risposte delle quali soltanto una è esatta; lo studente deve contrassegnare la risposta esatta.

La massima percentuale di errori consentita per considerare l’esame superato è il 10% delle domande totali. Le domande eventualmente errate sono successivamente discusse con l’Istruttore EMDE in modo che lo studente possa comprendere perfettamente l’errore/i commesso/i e la soluzione corretta.

Sessioni in Acque Libere

Per accedere alle immersioni di addestramento, lo studente deve avere presentato il proprio certificato medico sportivo attestante l’idoneità alle attività subacquee.

Le Sessioni in acque libere si articolano sulle seguenti quattro immersioni.

La registrazione sul libretto delle immersioni con la convalida dell’Istruttore EMDE certifica il termine dell’addestramento. E’ obbligatorio per lo studente presentare alla firma dell’istruttore il proprio libretto d’immersione dopo ogni immersione. Il completamento positivo del corso technical trimix50 scuba diver, si conclude con l’ottenimento del relativo brevetto Technical Trimix50 EMDE.

Sulla certificazione sono riportati il tuo nome e cognome, il nome, il cognome e il numero EMDE dell’istruttore che ha rilasciato il brevetto, la data di certificazione, la data di scadenza, il numero di matricola del brevetto e i limiti operativi sanciti dagli Standard Emde.

Il conseguimento del brevetto Technical Trimix50 EMDE non può essere equiparato all’ottenimento di un altro qualsiasi brevetto.

Il brevetto TT50 EMDE è di più, è essenzialmente una certificazione di massima qualità basata sulla effettiva meritocrazia dello studente e sulla contemporaneità dei contenuti tecnici, è una certificazione distintiva, solo successivamente è un brevetto subacqueo.

Conseguire il brevetto Technical Trimix50 EMDE significa avere ricevuto una formazione di eccellente caratura nella technical diving perché deve essere ben chiaro che è in questo Corso che nasce e si forma il technical diver, per cui l’inizio deve essere realmente formativo e non soltanto come quantità di informazioni ed applicazioni pratiche ma anche e sopratutto come plasmatura psicologica. Il Corso TT50 è mirato a ciò che servirà sapere e servirà fare, non c’è spazio o tempo per ciò che dal punto di vista pragmatico l’utilità è nulla oppure noiosa.

La profondità non abissale di 50 metri* non deve ingannare perché immergersi molto più profondi è facile, non lo è risalire correttamente anche perché, come insegnano technical divers davvero esperti, quel che conta davvero, è il tempo di permanenza.

* Pensare alla profondità come parametro principale di “valutazione” di un’immersione tecnica senza considerare il tempo di permanenza sul fondo è senza dubbio penosamente divertente.

 

 

Standard Technical Diving

STANDARD  MINIMI  DI  CERTIFICAZIONE

In vigore dal 01 Gennaio 2011

i sottodescritti Standard annullano tutti i precedenti

 

 

L’accesso alle immersioni di valutazione in acque libere è subordinato al superamento degli Esami di Teoria.

 

 

AvvertenzA

I presenti Standard indicano i requisiti minimi per la certificazione

 

 

 

 

 

 

Procedure di Gestione e Prevenzione Emergenze

 

Ai fini di prevenire e gestire ipotetiche emergenze subacquee pur sempre verificabili nonostante responsabili programmazioni, ogni singola attività prevista dai programmi d’immersione EMDE deve svolgersi con i seguenti criteri base di sicurezza:

 

a.       Accurata valutazione delle condizioni ambientali individuabili nello stato del mare, delle correnti, della visibilità subacquea (non inferiore a cinque metri orizzontali) e nella rapidità/facilità di effettuare agevolmente il recupero e trasporto dell’eventuale sub in difficoltà.

 

b.       Accurata valutazione delle condizioni psico/fisiche proprie, degli studenti e degli escursionisti.

 

c.       Disporre di dispositivo di comunicazione radio, VHF, telefonia fissa e/o mobile, che garantisca in ogni luogo il contatto con enti proposti al salvamento in mare, in terra e in cavità sommerse. (Emergenze n° telefonico: 118, Divers Alert Network (riservato agli iscritti DAN Europe) 800-824080, emergenze in mare 1530).

 

d.       Disporre di apparecchio per la somministrazione di ossigeno normobarico con autonomia minima di 120 minuti/25 litri minuto a flusso continuo e pronto all’immediato utilizzo.

 

e.       Disporre di Unità di Primo Soccorso per infortuni non decompressivi.

 

f.         Per quanto non esplicitamente descritto si debbono osservare e far osservare le vigenti leggi e ordinanze locali.

 

 

 

 

 

TECHNICAL

SCUBA  DIVING

 

 

Technical Diving: EMDE concept

“Dicesi technical-diving una data immersione condotta oltre i limiti di non decompressione che prevede l’impiego di una o più miscele respiratorie iperossigenate (compreso l’ossigeno puro) diverse dalla miscela usata per la permanenza alla massima profondità”.

 

 

 

 

 

 

Il settore Technical Scuba Diving EMDE comprende i seguenti Corsi:

 

Livello Diver:

– Trimix 50

– Tech 1

– Tech 2

– T-100

 

Livello Instructor:

– Technical Instructor

(Tech1 – Tech2 – T-100)

 

 

 

Assistente ai corsi:
Per fare funzioni di assistente di superficie e/o subacqueo ai corsi Technical Diving occorre che il subacqueo in oggetto soddisfi i seguenti requisiti:

a.)     Essere brevettato Assistano Instructor and Dive Guide EMDE con stato di insegnamento per l’anno in corso.

b.)     Non essere sotto sanzione disciplinare.

c.)      Essere titolare di assicurazione di responsabilità civile verso terzi con specifica delle immersioni subacquee ivi chiaramente indicate le immersioni con miscele trimix.

d.)     Essere brevettato a livello diver per  il corso in cui si esegue assistenza; esempio: per fare assistenza a un corso Tech 1 occorre essere brevettato Tech 1.

 

 

 

STANDARD  Corso  Trimix50

 

Il Corso Trimix 50 è il programma entry/level nelle immersioni tecniche che prevedono l’impiego di una miscela trimix (standardizzata) quale gas respiratorio per il fondo e un gas per la decompressione selezionabile tra l’ossigeno puro e il nitrox50.

 

1.  Requisiti  di  Accesso  al  Corso

1.1. Certificato medico di idoneità alle attività subacquee rilasciato da un medico sportivo.

1.2. Età minima: 18 anni

1.3. Due fotografie formato tessera.

1.4. Soddisfacente abilità nel nuoto a corpo libero.

1.5. Brevetto Advanced Scuba Diver EMDE o equivalente

1.6. Brevetto Nitrox Diver EMDE o equivalente

1.7. 100 immersioni registrate, delle quali almeno 50 oltre i 30 metri di cui almeno 20 oltre i limiti di non decompressione.

 

 

2.  Programma  e  Durata  del  Corso

2.1. Durata delle Lezioni di Teoria: minimo 14 ore.

2.2. Esami Finali scritti e orali di Teoria: sì.

2.3.Percentuale massima di errori consentiti agli Esami di Teoria: 10%.

2.4. Superamento della percentuale massima di errori consentiti agli Esami Finali di Teoria.: Corso terminato.

2.5.Immersioni in Acque Libere: 4 con un minimo di 250 minuti in acque libere.

2.6.Tempo massimo per il completamento del Corso: sei (6) mesi dalla data della prima lezione di teoria.

2.7.Trascorso tale termine il Corso è terminato.

2.8. Valutazione del Profilo Psico/Attitudinale dello studente: vincolante per il rilascio del brevetto.

 

 

3.  Immersioni, Gas e Miscele respiratorie standardizzate

3.1 Profondità massima: 50 metri.

3.2 Profondità minima: 45 metri.

3.3 Numero massimo immersioni eseguibile nell’arco di 24 ore: due

3.4 Intervallo minimo di superficie tra due immersioni: tre ore.

3.5 Miscela di fondo: Trimix 21/35  (0.21 ossigeno – 0.35 elio – 0.44 azoto) (FHe2 +/- ammessa 0.10)

3.6 Miscela per la decompressione (Nitrox50 o Ossigeno)

3.7 Max PO2 sul fondo: 1.3 ata

3.8 Max PO2 con bombola deco: 1.6 ata

 

 

 

4. Equipaggiamento

Affinché lo studente Trimix50 sia idoneo per l’esecuzione delle immersioni previste dal Corso, deve disporre del seguente equipaggiamento in configurazione EMDE.

4.1  – Equipaggiamento

       – Maschera

      – Bi-bombola capacità 12+12 lt o superiore

      – Bombola in alluminio ossigeno dedicata per decompressione: capacità minima 10 litri

      – Erogatore e manometro ossigeno compatibili per bombola deco.

      – Muta stagna con pony tank di alimentazione

      – Zavorra

      – Calzari

      – Guanti

      – Pinne a scarpetta aperta

      – 2 erogatori (config. EMDE)

      – Equilibratore idrostatico

      – Manometro subacqueo

      – Computer subacqueo

      – Lampada subacquea

      – Spool con pedagno pneumatico

      – Strumento da taglio

      – Bussola subacquea

      – Wet notes con matite

 

 

 

5.  Contenuti T (teoria – theory)

5.1 Configurazione dell’equipaggiamento con una bombola decompressiva.

5.2 Leggi fisiche basilari, review e upgrade (Henry, Dalton, Pascal, Charles, Boyle & Mariotte, Archimede, Fick, Laplace) e loro interazioni con la fisiologia..

5.3 La decompressione

5.4 Gas e miscele di gas per la decompressione (Best mix, Max PO2, max CNS%O2, max OTU, END)

5.5 Calcolo dei consumi ipotetici personali dei gas respirati

5.6 Sistemi di calcolo della decompressione (software e ratio/deco)

5.7 Il run-time

5.8 Procedure di emergenza

 

 

6.  Contenuti P (pratica – practical)

6.1 Prima immersione:

        Pianificazione prof. min 45 metri massima 50, tempo di fondo max 20 minuti, piano di emergenza,

6.2   Allestimento della stazione decompressiva con gas di emergenza

6.3   Analisi delle miscele respiratorie

6.4   Etichettatura delle bombole e loro contenuti

6.5   Discesa lungo cima di orientamento

6.6   Arresto in assetto a 1 metro circa dal fondo

6.7   Esercizio: oscillazioni orizzontali con sola respirazione

6.8   Scambio bombola decompressiva (in assetto orizzontale e mantenimento della quota) con il

        compagno con successiva sola clippatura al D-ring anteriore, quindi restituzione bombola.

6.9   Togliere, rimettere, svuotare la maschera in assetto

6.10 Switch miscela di fondo/nitrox50 a 21 metri

6.11 Lancio del pedagno da 15 metri

6.12 Emersione 1 metro al minuto dopo sosta a 6 metri.

 

6.13  Seconda immersione:

        Pianificazione, profondità min 45 metri massima 50, tempo di fondo max 20 minuti piano di

        emergenza

6.14 Allestimento della stazione decompressiva con gas di emergenza

6.15  Analisi delle miscele respiratorie

6.16 Etichettatura delle bombole e loro contenuti

6.17 Discesa lungo cima di orientamento

6.18 Arresto in assetto a 1 metro circa dal fondo

6.19 Esercizio: oscillazioni orizzontali con sola respirazione, back kick, helicopter

6.20 Scambio bombola decompressiva (in assetto orizzontale e mantenimento della quota) con il

        compagno con successiva sola clippatura al D-ring anteriore, quindi restituzione bombola.

6.21 Togliere, rimettere, svuotare la maschera in assetto

6.22 Switch miscela di fondo/nitrox50 a 21 metri

6.23 Lancio del pedagno da 15 metri

6.24 Emersione 1 metro al minuto dopo sosta a 6 metri.

 

 

6.25            Terza e Quarta immersione:

             Pianificazione, profondità min 45 metri massima 50, tempo di fondo max 30 minuti piano di

             Emergenza.

 

       

6.26 Risalita con sistema decompressivo Ratio/Deco con il tempo di fondo deciso dall’istruttore al momento della risalita.

 

 

 

 

7.  Rapporto Istruttore/Studenti (massimo)

7.1 Teoria (in aula): 1:6

7.2 Pratica (acque libere): 1:2 estendibile a 1:4 in presenza di 1 Assistant Instructor certificato Trimix50

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

STANDARD  Corso  Tech 1

 

 

 

1.  Requisiti  di  Accesso  al  Corso

1.1. Certificato medico di idoneità alle attività subacquee rilasciato da un medico sportivo.

1.2. Età minima: 18 anni

1.3. Due fotografie formato tessera.

1.4. Soddisfacente abilità nel nuoto a corpo libero.

1.5. Brevetto Trimix50 EMDE o equivalente.

1.6. 30 immersioni Trimix50 registrate.

 

2.  Programma  e  Durata  del  Corso

2.1. Durata delle Lezioni di Teoria: minimo 12 ore.

2.2. Esami Finali scritti e orali di Teoria: sì.

2.3.Percentuale massima di errori consentiti agli Esami di Teoria: 10%.

2.4. Superamento della percentuale massima di errori consentiti agli Esami Finali di Teoria.: Corso terminato.

2.5.Immersioni in Acque Libere: 6 con un minimo di 300 minuti in acque libere.

2.6.Tempo massimo per il completamento del Corso: sei (6) mesi dalla data della prima lezione di teoria.

2.7.Trascorso tale termine il Corso è terminato.

2.8. Valutazione del Profilo Psico/Attitudinale dello studente: vincolante per il rilascio del brevetto.

 

 

3.  Immersioni, Gas e Miscele respiratorie standardizzate

3.1 Profondità massima: 60 metri.

3.2 Profondità minima: 55 metri.

3.3 Numero massimo immersioni eseguibile nell’arco di 24 ore: due

3.4 Intervallo minimo di superficie tra due immersioni: quattro ore.

3.5 Miscela di fondo: Trimix 18/45  (0.18 ossigeno – 0.45 elio – 0.37 azoto) (FHe2 +/- ammessa 0.10)

3.6 Miscela per la decompressione (Nitrox50 e Ossigeno)

3.7 Max PO2 sul fondo: 1.3 ata

3.8 Max PO2 con bombola deco: 1.6 ata

3.9 Max ABT (Actual Bottom Time o Tempo di permanenza sul fondo): 30 minuti

 

 

 

4. Equipaggiamento

Affinché lo studente Trimix Tech 1 sia idoneo per l’esecuzione delle immersioni previste dal Corso, deve disporre del seguente equipaggiamento in configurazione EMDE.

4.1  – Equipaggiamento

       – Maschera

      – Bi-bombola 12+12 o superiore

      – 1 Bombola in alluminio ossigeno dedicata per decompressione: capacità 10 litri (Nitrox50)

      – 1 Bombola in alluminio ossigeno dedicata per decompressione: capacità  7 litri (Ossigeno)

      – Erogatori e manometri ossigeno compatibili per bombole deco.

      – Muta stagna con pony tank di alimentazione

      – Zavorra

      – Calzari

      – Guanti

      – Pinne a scarpetta aperta

      – 2 erogatori (config. EMDE)

      – Equilibratore idrostatico

      – Manometro subacqueo

      – Computer subacqueo

      – Lampada subacquea

      – Spool con pedagno pneumatico

      – Strumento da taglio

      – Bussola subacquea

      – Wet notes con matite

      – Analizzatore ossigeno

      – Adesivi per etichette/bombole

 

 

 

5.  Contenuti T (teoria – theory)

5.1 Configurazione dell’equipaggiamento con una bombola decompressiva.

5.2 Leggi fisiche basilari, review e upgrade (Henry, Dalton, Pascal, Charles, Boyle & Mariotte, Archimede, Fick, Laplace) e loro interazioni con la fisiologia..

5.3 La decompressione con due miscele deco.

5.4 Gas e miscele di gas per la decompressione (Best mix, Max PO2, max CNS%O2, max OTU, END)

5.5 Calcolo dei consumi ipotetici personali dei gas respirati

5.6 Sistemi di calcolo della decompressione (software e ratio/deco)

5.7 Il run-time

5.8 Procedure di emergenza

 

 

6.  Contenuti P (pratica – practical)

6.1 Prima immersione:

      pianificazione max 20 minuti di fondo, compreso piano di emergenza

6.2 Allestimento della stazione decompressiva con gas di emergenza

6.3 Analisi delle miscele respiratorie

6.4 Etichettatura delle bombole e loro contenuti

6.5 Discesa lungo cima di orientamento

6.6 Arresto in assetto a 1 metro circa dal fondo

6.7 Esercizio: oscillazioni orizzontali con sola respirazione

6.8 Scambio bombola decompressiva (in assetto orizzontale e mantenimento della quota) con il compagno con successiva sola clippatura al D-ring anteriore, quindi restituzione bombola.

6.9 Scambio della maschera con il compagno in assetto, quindi restituzione.

7.0 Esecuzione dello switch con Nitrox50 a 21 metri

7.1 Durante sosta a 21metri: condivisione del Nitrox50 con il compagno respirando dallo stesso erogatore con inversione dei ruoli donatore/ricevente.

7.2 A 12 metri: lancio (autonomo) del pedagno pneumatico

7.3 Esecuzione dello switch con Ossigeno a 6 metri

 

7.4 Seconda immersione:

        pianificazione max 20 minuti di fondo (il tempo di fondo sarà modificato dal piano originale a

        discrezione dell’istruttore  entro e non oltre l’ABT pianificato). Piano di emergenza.

7.5   Allestimento della stazione decompressiva con gas di emergenza

7.6   Analisi delle miscele respiratorie

7.7   Etichettatura delle bombole e loro contenuti

7.8   Discesa

7.9   Arresto in assetto a 1 metro circa dal fondo

7.10 Scambio della maschera con il compagno in assetto, quindi restituzione.

7.11 Minuto di inizio risalita: stabilito dall’istruttore

7.12 Esecuzione dello switch con Nitrox50 a 21 metri

7.13 Durante sosta a 21metri: condivisione del Nitrox50 con il compagno respirando dallo stesso erogatore con inversione dei ruoli donatore/ricevente.

7.14 A 12 metri: lancio (autonomo) del pedagno pneumatico

7.15 Esecuzione dello switch con Ossigeno a 6 metri

 

7.16 Immersioni numero 3, 4, 5 e 6:

        Immersioni d’esperienza con pianificazione max 20 minuti di fondo.

        Esercitazioni non contemplate ma inseribili a discrezione dell’istruttore selezionabili tra quelle descritte

        nei comma compresi tra 6.1 a 7.15. 

 

7.17  Massimo Rapporto Istruttore/Studenti

7.18 Teoria (in aula): 1:6

7.19 Pratica (acque libere): 1:2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

STANDARD  Corso  Tech 2

 

 

 

1.  Requisiti  di  Accesso  al  Corso

1.1. Certificato medico di idoneità alle attività subacquee rilasciato da un medico sportivo.

1.2. Età minima: 18 anni

1.3. Due fotografie formato tessera.

1.4. Soddisfacente abilità nel nuoto a corpo libero.

1.5. Brevetto Tech 1 EMDE o equivalente.

1.6. 20 immersioni trimix di livello Tech 1.

 

2.  Programma  e  Durata  del  Corso

2.1. Durata delle Lezioni di Teoria: minimo 10 ore.

2.2. Esami Finali scritti e orali di Teoria: sì.

2.3.Percentuale massima di errori consentiti agli Esami di Teoria: 10%.

2.4. Superamento della percentuale massima di errori consentiti agli Esami Finali di Teoria.: Corso terminato.

2.5.Immersioni in Acque Libere: 3 con un minimo di 300 minuti in acque libere.

2.6.Tempo massimo per il completamento del Corso: sei (6) mesi dalla data della prima lezione di teoria.

2.7.Trascorso tale termine il Corso è terminato.

2.8. Valutazione del Profilo Psico/Attitudinale dello studente: vincolante per il rilascio del brevetto.

 

 

3.  Immersioni, Gas e Miscele respiratorie standardizzate

3.1 Profondità massima: 80 metri.

3.2 Profondità minima: 70 metri.

3.3 Numero massimo immersioni eseguibile nell’arco di 24 ore: una

3.4 Intervallo minimo di superficie tra due immersioni: 24 ore.

3.5 Miscela di fondo: Trimix 14/55  (0.14 ossigeno – 0.55 elio – 0.31 azoto) (FHe2 +/- ammessa 0.05)

3.6 Miscela per la decompressione (Triox 30/30, Nitrox50 e Ossigeno)

3.7 Max PO2 sul fondo: 1.26 ata

3.8 Max PO2 con bombola deco: 1.6 ata

3.9 Max CNS%O2 sul fondo: 15% – Max CNS%O2 totale: 85%

3.10 Max velocità di discesa: 20 m/min

3.11 Velocità di risalita da 90 a 60 10 m/min, da 60 a 50 3 m/min, da 50 a 6 3 m/min, da 6 a 0 : 1 m/min

3.12 Software decompressivo di riferimento/controllo: V Planner VPM-B +3 

 

 

4. Equipaggiamento

Affinché lo studente Trimix Tech 2 sia idoneo per l’esecuzione delle immersioni previste dal Corso, deve disporre del seguente equipaggiamento in configurazione EMDE.

4.1  – Equipaggiamento

       – Maschera

      – Bi-bombola  minimo 15+15

      – 1 Bombola in alluminio ossigeno dedicata per decompressione: minimo capacità 7 litri (Triox)

      – 1 Bombola in alluminio ossigeno dedicata per decompressione: minimo capacità 11 litri (Nitrox50)

      – 1 Bombola in alluminio ossigeno dedicata per decompressione: minimo capacità  7 litri (Ossigeno)

      – Erogatori e manometri ossigeno compatibili per bombole deco.

      – Muta stagna con pony tank di alimentazione

      – Zavorra

      – Calzari

      – Guanti

      – Pinne a scarpetta aperta

      – 2 erogatori (config. Hogarthiana-EMDE)

      – Equilibratore idrostatico

      – Manometro subacqueo

      – Computer subacqueo multimiscela e strumento digitale prof/tempo

      – Lampada subacquea

      – Spool con pedagno pneumatico

      – Strumento da taglio

      – Bussola subacquea

      – Wet notes con matite

      – Analizzatore ossigeno

      – Adesivi per certificare analisi contenuto delle bombole

 

 

 

5.  Contenuti T (teoria – theory)

5.1 Configurazione dell’equipaggiamento con una bombola decompressiva.

5.2 Leggi fisiche basilari, review e upgrade (Henry, Dalton, Pascal, Charles, Boyle & Mariotte, Archimede, Fick, Laplace) e loro interazioni con la fisiologia..

5.3 La decompressione con due miscele deco.

5.4 Gas e miscele di gas per la decompressione (Best mix, Max PO2, max CNS%O2, max OTU, END)

5.5 Calcolo dei consumi ipotetici personali dei gas respirati

5.6 Sistemi di calcolo della decompressione (software e ratio/deco)

5.7 Il run-time

5.8 Procedure di emergenza

5.9 La best-mix

6.0 Controdiffusione

 

 

6.  Contenuti P (pratica – practica)

6.0 Addestramento acque confinate alla gestione delle tre bombole da decompressione, cambio gas e procedure d’emergenza.

6.1 Prima immersione acque libere:

      Profondità massima: 70 metri, 15 minuti di fondo.

6.2 Allestimento della stazione decompressiva con gas di emergenza

6.3 Analisi delle miscele respiratorie

6.4 Etichettatura delle bombole e loro contenuti

6.5 Discesa lungo cima di orientamento respirando nitrox50

6.6 Arresto a 10 metri e switch nitrox50 con miscela di fondo.

6.7 Riposizionamento corretto della frusta erogatore del nitrox50

6.8 Sul fondo: scambio bombola decompressiva Triox (in assetto orizzontale con mantenimento della quota) con il compagno senza clippatura al D-ring , quindi restituzione bombola. Il cambio gas segue le stesse procedure di sicurezza descritte nel programma Tech1

6.9 Scambio della maschera con il compagno in assetto, quindi restituzione.

7.0 Risalita: esecuzione dello switch con Triox, quindi con Nitrox50 (a 21 metri)

7.1 Durante la sosta standard di 5 minuti a 21metri: condivisione del Nitrox50 con il compagno respirando dallo stesso erogatore con inversione dei ruoli donatore/ricevente.

7.2 A 18 metri: lancio (autonomo) del pedagno pneumatico

7.3 Esecuzione dello switch con Ossigeno a 6 metri

 

7.4 Immersioni acque libere numero 2, 3,

        Immersioni d’esperienza, profondità massima 80 metri, 20 minuti di fondo.

        Esercitazioni non contemplate ma inseribili a discrezione dell’istruttore selezionabili tra quelle descritte

        nei comma compresi tra 6.1 a 7.15. 

 

7.5  Massimo Rapporto Istruttore/Studenti

7.6 Teoria (in aula): 1:4

7.7 Pratica (acque libere): max 1/3 

 

8 Principali limiti massimi profondità/tempo di fondo

8.0  – 80m per 28 minuti

8.1  – 78m per 30 minuti

8.2 – 75m per 31 minuti

8.3 – 72m per 33 minuti

8.4  -70m per 34 minuti

8.5  -68m per 36 minuti

8.6  -65 per 38 minuti

8.7  -63m per 40 minuti

 

 

 

 

Corso Rescue Diver

Obiettivi del Corso Rescue Diver

Il Corso Rescue Diver Emde è la logica progressione dell’addestramento subacqueo seguente ai corsi Open Water Scuba Diver e Advanced Scuba Diver Emde e costiuisce il programma di salvamento subacqueo più completo in assoluto.

 

 

Il corso Rescue Diver Emde ha come obiettivi principali l’addestramento e la formazione di un sub capace di prevenire le potenziali problematiche derivanti dalle immersioni, di fornire un adeguato primo soccorso e di provvederne alla gestione dell’evacuazione della/e vittime e l’allertamento delle strutture mediche autorizzate.

Sebbene le nozioni apprese dallo studente durante questo corso possano apparire indispensabili sin dalle prime esperienze subacquee, è necessario comprendere che la loro positiva applicazione pratica richiede una proporzionale conoscenza delle attrezzature subacquee, nonché un’adeguata capacità tecnica subacquea, diversamente definibile come familiarità all’ambiente sommerso.

E’ per i motivi sopra indicati che il corso Rescue Diver non può essere collocato quale step successivo al Corso Open Water Scuba Diver.
La certificazione Rescue Diver costituisce requisito obbligatorio per l’accesso ai corsi professionali e tecnici Emde.

Requisiti di accesso al Corso
a)  Livello minimo di brevetto: Brevetto Advanced Scuba Diver Emde o Equivalente.
b)  Certificato medico di idoneità alle attività subacquee rilasciato da un medico sportivo o iperbarico.
c)  Età minima: 17 anni (se lo studente è minorenne deve presentare l’autorizzazione scritta del genitore o di chi ne fa le veci)
d)  Due fotografie formato tessera
e)  30 immersioni registrate


Programma e Durata del Corso
Durata delle lezioni di teoria: minimo 10 ore.
Moduli o lezioni di teoria in aula: 5
Esami scritti di teoria: costituiti dalle “Esercitazioni in Aula” al termine di ogni lezione di teoria
Percentuale massima di errori consentiti agli esami di teoria: 20%.
Superamento della percentuale massima di errori durante le esercitazioni in aula: corso terminato.

Valutazione della Example Philosophy Emde dello studente: vincolante per il rilascio del brevetto

Sessioni in Acque Confinate:
1
Sessioni in Acque Libere: 2 (articolate in due giorni)
Le sessioni in Acque Libere saranno precedute dalle relative lezioni di teoria.
Il tempo massimo per il completamento del corso è sei mesi dalla data della prima lezione di teoria.

Trascorso il termine il corso è terminato e deve essere ripetuto.

  

Corso Advanced Scuba Diver

Obiettivi del Corso Advanced Scuba Diver

Il corso Advanced Scuba Diver è l’estensione logica, e conclusiva, del corso Open Water Scuba Diver.

A tutti gli effetti, la quantità di conoscenze e di esercitazioni pratiche incluse nel corso Open Water Scuba Diver sono numerose, la loro intensità supera quella di qualsiasi altro programma subacqueo perché nel corso OW lo studente essendo presumibilmente privo di nozioni e di familiarità alle immersioni con autorespiratore, ha notevoli difficoltà di ordine pratico e psicologico da superare.

Le conoscenze e le abilità apprese durante il corso Advanced Scuba Diver consentono l’esecuzione d’immersioni tali da consentire l’osservazione di forme di vita che per le loro particolari caratteristiche, non sono presenti alle profondità operative del brevetto Open Water Scuba Diver.

Il brevetto Advanced Scuba Diver costituisce il livello di certificazione “standard” per eseguire immersioni avvalendosi del supporto dei centri subacquei senza essere relegati nelle escursioni per principianti.
Anche se i 20 metri di profondità consentiti dal brevetto Open Water Diver Course permettono immersioni entusiasmanti, sopratutto nei mari tropicali, il livello Advanced apre l’accesso ad una lunga serie di opportunità nelle quali il livello Open Water sarebbe riduttivo, come avviene spesso se non sempre, nelle immersioni eseguite nel mare Mediterraneo.

Ecco quindi che il livello Advanced è il vero livello minimo per immergersi con sicurezza e divertimento a tutte le profondità classiche della Recreational Diving, fino ad una massimo di 40 metri.

In base a queste considerazioni gli Obiettivi dello studente Advanced Scuba Diver EMDE sono:

– Apprendere le tecniche per immergersi in sicurezza fino a 40 metri di profondità.
– Apprendere le tecniche per eseguire immersioni con decompressione limitata.
– Apprendere le tecniche per la prevenzione della narcosi da azoto.
– Apprendere le opportunità concesse dalla nitrox-diving.
– Disporre le abilità necessarie per eseguire tutte le immersioni condotte tramite Centri Subacquei. 

Requisiti di Accesso al Corso
a.) Certificato medico di idoneità alle attività subacquee.
b.) Età minima: 16 anni (se minorenne lo studente deve presentare autorizzazione scritta da parte del genitore e/o tutore con previo accertamento personale da parte dell’istruttore della autenticità della dichiarazione).
c.) Due fotografie formato tessera.
d.) Brevetto Open Water Scuba Diver EMDE o equivalente. 


Programma e Durata del Corso
Numero minimo delle sessioni di Teoria in aula: 7.
Esami scritti di Teoria: sì
Percentuale massima di errori consentiti agli Esami Finali di Teoria: 20%.
Superamento della percentuale massima di errori agli Esami Finali di Teoria: corso terminato.

Numero minimo delle Immersioni in Acque Libere: 7

Suddivisione tipologia immersioni:

– Immersione di Perfezionamento (Essentials)

– Immersione Multi-level

– Immersione Nitrox Diving

– 4 immersioni Deep Diving

  (-32 e -34 entro i NDL, -36 e 40 con decotime max di 10 minuti)

Le immersioni in acque libere debbono essere precedute dal superamento degli Esami di Teoria.
Il tempo massimo per il completamento del Corso è 6 mesi dalla data della prima lezione di teoria.
Trascorso tale termine il Corso è terminato e deve essere ripetuto.

Valutazione della Example Philosophy Emde dello studente:
vincolante per il rilascio del brevetto.

 
Esecuzione delle Immersioni in Acque Libere
Intervallo minimo di superficie tra due immersioni: due ore.
Numero massimo immersioni eseguibile nell’arco di 24 ore: due

Corso Open Water Scuba Diver

Standard del Corso
Open Water Scuba Diver

Il Corso Open Water Scuba Diver è l’ingresso ufficiale nelle immersioni subacquee con autorespiratori.

Anche nei casi in cui lo studente possa avere maturate esperienze con autorespiratori precedenti, il Corso Open Water Scuba Diver Emde fornisce le conoscenze e sviluppa le abilità necessarie per immergersi senza il controllo di un istruttore o di una guida subacquea, in coppia fino a un massimo di 20 metri di profondità entro i Limiti di Non Decompressione.

Download manuale Open Water Emde
clicca qui

Gli Obiettivi del Corso Open Water Scuba Diver EMDE sono di consentire allo studente iscritto di:

– Apprendere le tecniche per immergersi in sicurezza con l’impiego dell’autorespiratore (SCUBA).
– Apprendere le tecniche per eseguire immersioni in coppia o in team.
– Apprendere le tecniche per non violare i limiti di non decompressione (NDL).
– Apprendere le tecniche per la prevenzione e la corretta gestione di eventuali problemi.
Detenere la certificazione con la quale ottenere noleggi delle attrezzature SCUBA.
– Detenere la certificazione con la quale è consentito immergersi con l’ausilio dei Centri Subacquei.

Requisiti di Accesso al Corso
a.) Certificato medico di idoneità alle attività subacquee.
b.) Età minima: 12 anni (se minorenne lo studente deve presentare autorizzazione scritta da parte del genitore e/o tutore con previo accertamento personale da parte dell’istruttore della autenticità della dichiarazione).
c.) Due fotografie formato tessera.
d.) Soddisfacente abilità nel nuoto a corpo libero.

Programma e Durata del Corso
Numero minimo delle sessioni di Teoria in aula: 7.
Esami scritti di Teoria: sì
Percentuale massima di errori consentiti agli Esami Finali di Teoria: 20%.
Superamento della percentuale massima di errori agli Esami Finali di Teoria: corso terminato.
Numero minimo delle sessioni in Acque Confinate: 5
Numero minimo delle Immersioni in Acque Libere: 4 (delle quali 2 condotte da una barca).
Tempo di permanenza massimo per ogni immersione: entro i Limiti di Non Decompressione.
Le immersioni in acque libere debbono essere precedute dal superamento degli Esami di Teoria.
Il tempo massimo per il completamento del Corso è 6 mesi dalla data della prima lezione di teoria, trascorso tale termine il Corso è terminato e deve essere ripetuto interamente.
Valutazione della Example Philosophy Emde dello studente: vincolante per il rilascio del brevetto.


Limiti Operativi
Profondità massima: 20 metri
Tempo di permanenza sul fondo: entro i Limiti di Non Decompressione
Gas respirabili: Aria, Nitrox32
Sistema di coppia/team: obbligatorio

Esecuzione delle Immersioni in Acque Libere
Intervallo minimo di superficie tra due immersioni: due ore.

SESSIONI  di  TEORIA  e  ARGOMENTI  TRATTATI

Presentazione del Corso

Modulo 1: pag. 005
Obiettivi del Corso: pag. 006
Il galleggiamento: pag. 009
Pressione, volume e densità: pag. 011
Effetti dell’aumento della pressione sul subacqueo: pag. 015
La compensazione forzata delle orecchie: pag. 016
La compensazione forzata della maschera: pag. 018
Effetti della diminuzione della pressione sul subacqueo: pag. 020
La regola generale delle immersioni scuba: pag. 020
La sovradistensione polmonare: pag. 020
La seconda regola generale delle immersioni scuba: pag. 020
Equipaggiamento subacqueo (1a parte): pag. 022

Modulo 2: pag. 029
Equipaggiamento subacqueo (2a parte): pag. 031
Montaggio e smontaggio dello scuba: pag. 038
Sessione 1 acque confinate: pag. 042
Esercitazioni in aula: pag. 044

Modulo 3: pag. 046
Adattamenti al pianeta sommerso: pag. 048
Configurazione degli erogatori: pag. 049
La respirazione, subacquea: pag. 051
Affanno: pag. 052
Zavorratura: pag. 054
Entrate in acqua: pag. 055
La discesa: pag. 058
Uscite dall’acqua: pag. 059
Immersioni dalla barca: pag. 60
Sistema di coppia e di team: pag. 066
Controllo pre-immersione: pag. 069
I segnali subacquei: pag. 070
Sessione 2 acque confinate: pag. 073
Esercitazioni in aula: pag. 075

Modulo 4: pag. 077
FAA (fonte di aria alternativa): pag. 079
Equipaggiamento subacqueo (3a parte): pag. 083
Briefing e de-briefing: pag. 090
Esaurimenti dell’aria: pag. 092
La pianificazione: pag. 094
Sessione 3 acque confinate: pag. 095
Esercitazioni in aula: pag. 097

Modulo 5: pag. 098
Incidenti, primo soccorso e prevenzione: pag. 100
PDD e EGT: primo soccorso: pag. 103
Intossicazione da aria inquinata: pag. 105
Le tabelle d’immersioni ( 1a parte ): pag. 106
Sessione 4 acque confinate: pag. 111
Esercitazioni in aula: pag. 112

Modulo 6: pag. 114
Le tabelle d’immersione ( 2a parte ): pag. 116
Safety-stops e soste di decompressione: pag. 116
Velocità di risalita: pag. 117
Immersioni ripetitive: pag. 118
Tabelle immersioni, regole generali: pag. 126
Intervallo minimo di superficie: pag. 130
Immersioni in apnea: pag.132
Sessione 5 acque confinate: pag. 133
Esercitazioni in aula: pag. 134

Modulo 7: pag. 135
Orientamento subacqueo: pag. 137
Computers subacquei: pag. 145
Diversità dei modelli e classificazione: pag. 150
Gli interfaccia PC: pag. 153
Il Nitrox: pag. 156
Esercitazioni in aula: pag. 158
Esercitazioni in Acque Libere: pag. 160

 

Corso Nitrox

Standard

del Corso Nitrox Diving
Durante la stesura del Nitrox Scuba Diving Manual sono state applicate le metodologie didattiche presenti in ogni manuale di formazione EMDE.Per metodologia didattica si deve intendere la tecnica globale impiegata nell’articolazione dei temi trattati, l’attualità delle conoscenze, la sequenza logica degli argomenti, la loro essenzialità, la sicurezza operativa.

Requisiti di accesso
Livello minimo di brevetto subacqueo di accesso al Corso.
a.) Open Water Scuba Diver EMDE o equivalente.
b.) Certificato medico di idoneità alle attività subacquee rilasciato da medico sportivo.
c.) Età minima: 15 anni (se minorenne lo studente deve presentare autorizzazione scritta da parte del genitore e/o tutore con previo accertamento personale da parte dell’istruttore della autenticità della dichiarazione).

Programma e Durata del Corso
Numero minimo delle sessioni di Teoria: 5.
Esame scritto di Teoria: si – non prima di 24 ore dall’ultima lezione di teoria.
Metodo di Esame: scritto (pluri-risposta – su Esami EMDE)
Percentuale massima di errori consentiti all’Esame di Teoria: 20%.
Superamento della percentuale massima di errori consentiti all’Esame di Teoria: Corso terminato.

Immersioni: 2.
Le immersioni sono vincolate al superamento dell’Esame di Teoria.
Il tempo massimo per il completamento del Corso è sei mesi dalla data della prima lezione di teoria; trascorso tale termine il Corso è terminato.
Valutazione della comprensione della Example Philosophy: vincolante per il rilascio del brevetto.

Equipaggiamento
Completo.
No octopus regulators.
Connessioni Din.
Configurazione Emde.

Esecuzione immersioni
Massima pressione parziale ossigeno sul fondo: 1.4 ata
Massimo CNS%O2 finale accumulabile 1a immersione: 50%
Massimo CNS% O2 finale accumulabile 2a immersione: 30%
Massimo CNS%O2 cumulativo delle due immersioni: 80%

Immersioni ripetitive e Massima Profondità
Nel caso le due immersioni di corso siano eseguite nell’arco di 24 ore, l’intervallo minimo di superficie è 2 ore.
Nel caso la prima immersione superi i limiti di non decompressione, non si può eseguire la seconda immersione.
Limite Massimo di Profondità durante il Corso Nitrox: dipendente dal livello di brevetto di ingresso.

La massima profondità raggiungibile è quella sancita dal limite massimo di profondità del proprio brevetto standard (EMDE: 20 metri, open water diver – 40 metri, advanced diver).

 

SESSIONI  di  TEORIA  e  ARGOMENTI  TRATTATI

Modulo 1

Standard: pag. 1
Obiettivi del Corso: pag. 2
Definizione di nitrox: pag. 3
Glossario nitrox: pag. 4
Vantaggi della nitrox-diving: pag. 5
Pressione parziale di un gas: pag.  7
Arrotondamenti aritmetici: pag. 8
Svantaggi della nitrox-diving: pag. 9

Modulo 2
La “T” di Dalton: pag. 13
Best Mix: pag. 14
Massima Profondità Operativa (MOD): pag. 15
Pressione Parziale: pag. 7 e 15
Computer Subacquei: pag. 17
Nitrox Safety System: pag.18

Modulo 3
Esposizione all’Ossigeno: pag. 23
Tossicità (Sindrome di Paul Bert e Lorrain/Smith): pag. 24
Nitrox ed Emergenze: pag. 25
Esposizione all’Ossigeno – tabella NOAA (metodo A): pag. 27
Esposizione all’Ossigeno – tabella NOAA (metodo B): pag. 28

Modulo 4

Equivalent Air Depth (EAD): pag. 30
EAD Table: pag. 32
Tabelle Standard ad Aria: pag. 33
EAD e Tabelle Standard ad Aria: pag. 34
Formula EAD: pag. 39

Modulo 5
Pianificazione a Tabelle: pag. 42
Tabelle Nitrox: pag. 44
Tabelle NOAA Nitrox32: pag. 45
Tabelle NOAA Nitrox36: pag. 47
Immersioni Multi-livello: pag. 48
Analisi della FO2: pag. 50

Esercitazioni con ossimetro

Certificazioni Emde – validità e scadenza

Le certificazioni EMDE, limitatamente ai Membri (Assistant Instructor, Instructors e Instructors Trainer) hanno un periodo di validità di 3 anni* dalla data di emissione trascorsi i quali per rinnovarle, occorre partecipare ad una sessione teorico/pratica condotta da un Instructor Evaluator EMDE in Teaching Status.

Le certificazioni EMDE livello divers hanno un periodo di validità di 5 anni dalla data di emissione trascorsi i quali per rinnovarle, occorre partecipare ad una sessione teorico/pratica condotta da un Instructor EMDE in Teaching Status.

* Il periodo di 3 anni può essere ridotto qualora la Direzione Tecnica EMDE ravvisi la necessità di un aggiornamento significativo che ne richiede l’immediata attuazione.

Standard Corso EMDE Essentials

Corso Essentials


______________________________________________

Il programma EMDE Essentials Diving Techniques è rivolto a sub brevettati ed ha lo scopo di condurli all’ottimizzazione funzionale dello scuba-equipment e all’ottimizzazione delle abilità tecnico/subacquee.

Il programma Essentials è l’ingresso in un sistema di eseguire e mostrare l’immersione subacquea bonificato da esempi negativi.

_____________________________________________

AREE  ARGOMENTI  e  di  VALUTAZIONE

Area 1)  Configuring the scuba
Configurazione dell’equipaggiamento subacqueo.

Area 2) Diving technical skills
Le tecniche d’immersione EMDE si basano sulla selezione e applicazione delle metodiche nelle quali sono privilegiate la prevenzione dei problemi e l’efficacia dell’azione.

Area 3) Understanding the Example Philosophy
Nella realtà delle attività subacquee, l’Istruttore e il Diver EMDE sono direttamente e indirettamente entrambi “maestri” in quanto mostrano un modo d’immergersi e un modo di “pensare” la subacquea.

Il Programma Essentials EMDE

EMDE ha sviluppato un programma educativo basilare denominato Essentials Diving Techniques.

Questo programma è rivolto a subacquei certificati da qualsiasi Organizazzione Didattica ed ha lo scopo di rimuovere problematiche preesistenti, ottimizzare le tecniche d’immersione e di conseguenza raggiungere i massimi livelli di sicurezza e divertimento.

Il programma Essentials Diving Techniques costituisce la base per ogni subacqueo EMDE ed è suddiviso in 2 sezioni.

1.) Sezione Regular Level (recreational diving)
2.) Sezione Technical Level (mixed gas diving)


__________________________________________________________________

STANDARD
Corso Essentials Diving Techniq
ues
Regular Level 

Requisiti minimi di accesso:
a.) Brevetto: Open Water Scuba Diver
b.) Certificato medico sportivo o iperbarico rilasciato entro 12 mesi dall’inizio del corso.

Sessioni in Aula: 4
Numero minimo ore: 10
Esami di teoria: no

Sessioni in Acque Libere: 4

Valutazioni Finali in Acque Libere:
Non antecedenti a 30 giorni dal compimento della 4a sessione in Acque Libere.

                                               _________________

                                                    ARGOMENTI

1) Configuring the scuba
Equipaggiamento minimo richiesto:
1.) Muta
2.) Jacket monosacco monocorrugato senza elastici, 5 D-ring, cinghiaggio sternale assente, sottocavallo
3.) Due erogatori completi e separati con attacco Din, disposizione e lunghezza delle fruste Dir-oriented
4.) Pinne
5.) Spool, con minimo 25 metri di sagola e con moschettone inox doppialuce
6.) Pallone di segnalazione
7.) Wetnotes
8.) Strumenti per la profondità, tempo e pressione in bombola/e
9.) Strumento da taglio
10.) Bussola subacquea
11.) Bombola/e.

2)  Diving technical skills
01.) 100 metri di nuoto no-stop in superficie a corpo libero in qualsiasi stile
02.) 15 metri di nuoto in immersione orizzontale in apnea a corpo libero
03.) Soccorso: somministrazione di ossigeno
04.) Pinneggiamento a rana
05.) Pinneggiamento a rana modificato
06.) Pinneggiamento indietro
07.) Pinneggiamento flutter
08.) Pinneggiamento ruotante “su perno”
09.) Svuotamento maschera in assetto neutro
10.) Variazioni di assetto controllato con i polmoni
11.) Condivisione dell’aria
12.) Lancio del pedagno
13.) Interazioni nel team
14.) Aderenza al piano d’immersione
15.) Gestione e conoscenza della scorta d’aria del team
16.) Postura, trimmatura ed equilibrio idrostatico neutro
17.) Gestione dei problemi.

3) Knowledge and Understanding the Example Philosophy
a.) Leggi Fisiche (review)
b.) Tabelle d’Immersione ad Aria (review)
c.) Risalita e Concetto di tappe fonde
d.) Miscele sintetiche di respirazione
e.) PDD (approfondimenti)
f.) Elementi di Decompressione
g.) DPV diving

h.) Example Philosophy EMDE 

__________________________________________________________________________

STANDARD
Corso Essentials Diving Techniques
Technical Level

Requisiti minimi di accesso:
a.) Brevetto per immersioni tecniche (decompressione con gas decompressivo diverso da quello impiegato per la permanenza sul fondo).
b.) Certificato medico sportivo o iperbarico rilasciato entro 12 mesi dall’inizio del corso.

Sessioni in Aula: 4
Numero minimo ore: 10
Esami di teoria: no

Sessioni in Acque Libere: 4

Valutazioni Finali in Acque Libere:
Non antecedenti a 30 giorni dal compimento della 4a sessione in Acque Libere.

                                       __________________________

                                                  ARGOMENTI

1) Configuring the scuba
Equipaggiamento minimo richiesto:
1.) Muta stagna in trilaminato
2.) Jacket monosacco monocorrugato tutto-dietro con volume max di 25 lt. senza elastici, 5 D-ring, cinghiaggio sternale assente, sottocavallo
3.) Bi-bombola (min. 10+10)
4.) Bombola decompressiva minimo 7 litri
5.) Torcia con testa illuminante e canister batterie separati con impugnatura Goodman
6.) Due erogatori completi e separati con attacco Din, disposizione e lunghezza delle fruste Dir-oriented
7.) Pinne
8.) Spool con almeno 25 metri di sagola e moschettone inox doppialuce
9.) Pallone di segnalazione a circuito chiuso
10.) Wetnotes
11.) Strumenti per la profondità, tempo e pressione in bombole
12.) Strumenti (2) da taglio
13.) Maschera di riserva

2) Diving technical skills
Abilità del programma Regular Level più:
a.) Valve drill
b.) Risalite
c.) Gestione switch-gas con la bombola decompressiva
d.) Gestione della perdita del gas di fondo o decompressiva
e.) Uso della torcia e sue estensioni
f.) Sagolatura di un percorso subacqueo
g.) Gestione e prevenzione delle emergenze

3) Knowledge and Understanding the Example Philosophy
a.) Interazione fisica/fisiologia
b.) Nitrox, limiti PO2, concetto di EAD
c.) Miscele binarie e ternarie standard
d.) La Decompressione Mnemonica
e.) Equivalent Narcosis Depth
f.) DPV diving
g.) Example Philosophy EMDE

Standard Generali

                                              

EMDE – STANDARD GENERALI

Indipendentemente dai contenuti didattici trattati, i programmi di formazione EMDE e le relative certificazioni* sono articolati su 3 principali Aree Generali di Valutazione:

1°) Configuring the scuba

2°) Diving technical skills

3°) Understanding the Example Philosophy

* Certificazione (brevetto) EMDE
La certificazione EMDE denota un alto livello tecnico e filosofico del subacqueo, è quindi una Certificazione di Qualità palesemente meritocratica, il cui ottenimento è subordinato al superamento degli Standard Generali di Valutazione.
EMDE pertanto non è una didattica nel senso tradizionale del termine, ma un Organismo di Perfezionamento Tecnico Subacqueo, i cui membri (divers e/o instructors) dispongono delle conoscenze e delle abilità di un subacqueo realisticamente moderno, tecnicamente avanzato ed eticamente ineccepibile, un Esempio positivo.

Il conseguimento del brevetto EMDE è subordinato al superamento delle 3 Aree Generali di Valutazione EMDE.
Il brevetto EMDE ha un periodo di validità massimo di 3 anni dalla data d’emissione che può essere annullata nei casi di violazione ai punti 1, 2 o 3.

Trascorsi 3 anni dalla data di rilascio della certificazione il subacqueo EMDE ha l’obbligo di presenziare a una Valutazione di Conferma del proprio Status Attivo.